mercoledì 12 gennaio 2011

Vellutata bianca e prima figlia Bianca

W il Bianco!
Buon giorno!!!
Ecco! Si vede che siamo a dieta?!
Forse no, guardando com'è stata arricchita questa vellutata, ebbene sì, come avrei potuto invogliare i pupi se non arricchendola con pancetta scottata ed arachidi?!!!!
In compenso questa vellutata è abbastanza salutare , ecco la ricetta

Ingredienti x 4 persone:
3 cipolle bianche
mezzo cavolo cappuccio medio
1 patata grossa
olio
sale
burro
pepe bianco
arachidi e 2 fettine di pancetta


Pulire e tagliare a pezzi non troppo piccoli le cipolle, il cavolo cappuccio e la patata metterli in una pentola con 2 cucchiai d'olio e sale, fare rosolare il tutto girando qualche minuto senza fare imbiondire troppo la cipolla, aggiungere un paio di bicchieri d'acqua e fare cuocere con il coperchio, quando la patata e il cavolo è cotto togliere dal fuoco e frullare il tutto con il frullatore ad immersione se la crema è ancora troppo liquida riporre sul fuoco e farla stringere dolcemente fino a quando raggiunge la consistenza desiderata.
Aggiungere un paio di noci di burro e il pepe bianco
Scottare le fettine di pancetta in una padella antiaderente con gli arachidi e metterli in centro dopo aver tagliato la pancetta a striscioline.
In questo modo li ho Fregati!

E adesso volevo raccontarvi della mia prima figlia, Bianca.
Sin da piccola ho sempre desiderato una figlia come lei, tanto che quando con mio marito si parlava di matrimonio io gli ho preannunciato che a casa sarei entrata in compagnia, fortunatamente lui accettò. Per altri motivi non fu subito così finché ad un anno dal nostro matrimonio tornando a casa vediamo alcuni bambini del palazzo che tenevano in mano quattro batuffolini 2 bianchi e 2 neri e mio marito mi indica uno di quelli bianchi dicendomi "guarda chi c'è lì!" Io dissi subito "teniamolo" ma lui che già mi aveva sposata mi disse che non se ne doveva parlare. L'indomani si mise a piovere allora con una vicina siamo andati a cercare dove i bambini del palazzo avevano messo la cuccia per paura che si bagnassero ma non li abbiamo trovati e dissi alla vicina che se i suoi figli l'avessero trovati di portarmi quello tutto bianco che avevo visto il giorno prima. La stessa sera verso le dieci suonano alla porta e una bimba aveva nelle mani una scatola con dentro quel patuffolino bianco con gli occhi azzurro intenso (che poi sono diventati verdi) e mi dissero che era una femminuccia di un mese circa. Mio marito disse subito che sarebbe stata con noi solo un giorno perché pioveva però le diede subito il nome Bianca e da quel giorno lei è sempre stata la nostra prima figlia, per i primi mesi ogni volta che stava sulle gambe si ciucciava la gonna, ho poi scoperto che è della razza Angora Turca infatti il suo pelo è morbido e soffice come l'angora, mio marito la ama tantissimo tanto che quando lei entra in calore lui, ricordando un vecchio film, dice:"mia figlia illibata deve restare"!!!!! E' lui che ogni anno il 13 giugno le fa la torta di pesce, ed è lei che quando è entrato a casa il primo pargoletto è rimasta ferma impassibile ad osservarlo per venti minuti esatti con la faccia di chi cercava di capire cosa e chi fosse il fagottino che si muoveva. Avrei tantissime storie da raccontare ma la cosa che mi fa un po' arrabbiare è che dorme durante il giorno ai piedi del letto di suo fratello piccolo e posso spostarla infinite volte ma sempre lì torna! Quant'è bella e quanto l'amo! Queste foto non rendono, le più belle le ho in un altro pc.

Ciao a presto!

11 commenti:

  1. Bianca e' bellissima!!!
    E poi mi tocchi al cuore, adoro i gatti, ne ho sempre avuti...
    E mi tocchi anche con la vellutata, dato che ora so come utilizzare il mezzo cavolo cappuccio avanzato dalla preparazione che pubblichero' domani!
    Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  2. Dlicious soup and cute kitty. A very cosy household

    RispondiElimina
  3. zuppa bianca recepita..ottima....ma la tua Bianca è veramente bella...e ormai lasciala ai piedi del suo letto preferito.....!!!!Buona giornata, baci, Flavia

    RispondiElimina
  4. tesoro,bella la storia su bianca...commovente...e buona deve essere la vellutata!un abbraccio forte,de

    RispondiElimina
  5. Che post delizioso, me lo sono letto tutto in un soffio...Che graziosa la tua bianca!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. Che ammmmore, la spupazzerei di baci ;)

    RispondiElimina
  7. la tua vellutata sarà ottima
    bella ricetta
    per non parlare della Cheesecake al Grand Marnier da provare immediatamente
    (alla faccia della dieta)
    ciao
    katya

    RispondiElimina
  8. bella e buona la vellutata, ma la gattona è splendida!! miauuuuu

    RispondiElimina
  9. Che splendida gattona; come puoi vedere dalle foto della mia micia sul mio blog, io adoro i gatti!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Perfetto questo piattino disintossicante, dopo le feste proprio ci vuole! Bacioni Gloria!!!

    RispondiElimina
  10. Quant'è bella!!!!!! A me, fa molto effetto vedere una gatta così bianca, avendone una tutta nera!!!!
    Sono degli amori e chi non possiede gatti, non può capire, quanto siano affettuosi e devoti al padrone!!!!!
    Anche la mia è una trovatella, si può dire che ci ha scelto lei!!! E noi le siamo riconoscenti!!!!
    Ottima vellutata salutare!!!! Un bacione ed un ronf ronf alla stupenda Bianca!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Ooooooh grazie.. mi ci voleva una bella vellutata bianca .. mercì :*
    Ang

    RispondiElimina