giovedì 24 maggio 2012

Panna cotta alla lavanda

VI PROMETTO CHE PER UN PO' NON NE FARO' PIU'!!!!
Il problema è che io non ho molto tempo a disposizione per stare in cucina ed inoltre ultimamente mi sto accorgendo che col minimo sforzo ottengo un dolce goloso e fresco. Questo poi era delicatissimo!
Gluten free e profumato, perfetto per il contest delle "strenne gluten free con i fiori di Stefania & Co".

 Passo direttamente alla ricetta facilissima:
60ml di latte
200ml di panna
8g di gelatina in fogli
zucchero 2 cucchiai colmi
3 rametti di lavanda fresca

Intanto ho messo i fiori dei rametti con il latte in un pentolino, portato ad ebollizione e poi spento lasciandolo raffreddare a temperatura ambiente.
Mettere i foglietti di gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti per farli ammorbidire, filtrare il latte ed aggiungere la panna, riscaldare nuovamente sempre senza far bollire ed aggiungere la gelatina strizzata e lo zucchero. Versare nelle formine e lasciare in frigo almeno 4 ore.
A me ne son venute una grande ed una piccola.
A dir la verità avevo fatto solo le foto di quella piccola e poi l'ho mangiata per dessert ma alla fine mi son ricordata che per tre giorni non ho fatto altro che rubare ai miei figli i confettini di cioccolato lilla e rosa solo per decorarla quindi ho preso di nuovo quella grande, decorata, fatte le foto e oggi l'ho mangiata a colazione e dopo pranzo. I confettini vanno messi all'ultimo momento se si vuole perché a contatto con la gelatina si sciolgono subito.
 Con questa ricetta partecipo al contest gluten free delle strenne coi fiori

14 commenti:

  1. Wow Gloria this panacotta look absolutely heavenly!!

    RispondiElimina
  2. Super romantica e suppongo deliziosamente profumata!!!
    Adoro la lavanda nelle preparazioni alimentari, burro, panna cotta, frolla.....insomma tutto ciò che passa dalla bocca, mentre, non so perchè, la detesto nelle profumazioni d'ambiente, quindi dall'orto al piatto.....il tragitto è breve ed il risultato è davvero notevole!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Delicatezza, romanticismo e raffinatezza trasformati in panna cotta, è splendida :)
    Il profumo della lavanda per detersivi e deodoranti lo detesto ma quello vero e autentico dei fiori mi fa sognare e ben dosato in cucina dà risultati davvero sorprendenti. Baci, buona giornata

    RispondiElimina
  4. Che dolceeeee!!!! La panna cotta mi piace tantissimo ma con i fiori non l'avevo mai mangiata, brava ottima idea

    RispondiElimina
  5. Gloria, e' un vero incanto!!! Un colore magnifico!

    Quanto alla domanda che mi hai lasciato oggi su come sostituire il cremortartaro, direi di usare del lievito per dolci.
    Pero' il cremortartaro da' un risultato leggermente diverso come consistenza finale e anche come durata del prodotto...prova a chiederlo nelle farmacie, in genere in Italia l'ho trovato li'!
    Ciao:-)

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia, immagino il profumo. Bravissima, un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ha un colore meraviglioso... amo il viola! E mi sembra di sentirne il delicato profumo...
    Brava, come sempre!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  8. E' bellissimo! Hai ragione, la ricetta è semplice ma bisogna vedere se mi viene bello come il tuo!

    RispondiElimina
  9. E' il mio colore preferito!
    Due anni fa avevo comprato una pianta di lavanda che mettevo dappertutto... poi mi è morta... o meglio è stata uccisa in una settimana di mia assenza... ma adesso me la ricompro!

    RispondiElimina
  10. Ciao, passo per invitarti al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina
  11. Fantastica, tu sai quanto..... ho un premio per te!
    Baci, Lecoq

    RispondiElimina
  12. Gloria, io sono altamente corruttibile: se mi mandi una fornitura di queste meraviglie voto per te!!!!! :-D

    RispondiElimina
  13. assolutamente delizioso quanto delicato, sia nella presentazione che nel colore.
    bravissima!

    RispondiElimina