lunedì 16 aprile 2012

Marmellata di limoni e zeste candite anzi caramellate.


Non appena è arrivato mio marito qui su l'ho mandato a fare la spesa, che bella sensazione avere la spesa fatta senza dover fare quasi un chilometro carica di buste. Come sempre il contro è che lui fa la spesa per una famiglia di dieci persone e non di 4 di cui due bimbi piccoli. Se i bambini hanno la tosse lui compra 10kg di arance e 4 kg di limoni e giustamente, dato che i miei figli hanno sempre un po' di tosse come tutti i bambini della loro età, ha comprato circa 5kg di limoni bio siciliani che naturalmente non avremmo potuto mangiare tutti prima che si rovinassero quindi per il mio compleanno ho fatto una torta super limonosa con crema al limone dentro e sopra e poi ho deciso di fare questa squisita marmellata facendomi spiegare il procedimento dalla mia amica Domenica (grazie bella). Ho aggiunto un cucchiaino di polvere di zenzero che però non sento al gusto. Mentre c'ero alcune bucce dei limoni le ho fatte candite anzi caramellate perché se hai a che fare con i bambini i tempi sono molto relativi e perdi la cognizione del tempo in un attimo.

Per la marmellata
Zucchero = al peso del limoni già sbucciati.
Sbucciare i limoni quasi a vivo, tagliarli a pezzetti togliendo tutti i semini, pesarli, mettere in una casseruola dal fondo alto e aggiungere la stessa quantità di zucchero. Cuocere a fuoco medio per 30 minuti, passare al passaverdure (io ho frullato col frullatore ad immersione) e poi cuocere altri 10 minuti. Controllate la consistenza se è troppo liquida potete aggiungere un cucchiaino di fecola di patate ma a me non è mai successo. Ancora bollente versatela in un barattolo pulitissimo e chiudete, io la conservo in frigo.
VERY GOOD!

Per le scorze candite bisogna tagliare la buccia (io quasi senza parte bianca) a striscioline sottili, scaldare dell'acqua, portare ad ebollizione e versarvi le scorzette lasciare bollire per un minuto e poi scolarle cambiare l'acqua e ripetere lo stesso procedimento altre due volte, poi pesate le scorze già scolate e mettetele nel pentolino con la stessa quantità del peso delle scorze di acqua e zucchero, fate solo addensare lo zucchero e scolate le scorze, lasciate asciugare su carta forno. Io l'ho dimenticate qualche minuto in più così mi son venute caramellate ma buonissime lo stesso!
A prestissimo!
Con questa ricetta partecipo alla selezione della ricetta per il calendario di Ammodomio

14 commenti:

  1. Che bontà!!! Vorrei averla domani mattina per colazione!!!
    Felice notte e tanti baci!!!

    RispondiElimina
  2. qualche bel limone di Sorrento e voilà... ;)

    RispondiElimina
  3. Molto veloce!!! Appena mi ritrovo un pò di limoni bio in casa la farò di sicuro! Carinissime le bucce candite!!!

    RispondiElimina
  4. buona la marmellata di limoni brava Gloria..ma tuo marito si chiama Vincenzo per caso???anche il mio fa come quando va a far la spesa..:-)) baci

    RispondiElimina
  5. ...la marmellata di limoni è una delle mie preferite... dici che una neofita come me avrà grosse difficoltà nel ripercorrere la tua ricetta?

    RispondiElimina
  6. Ne faccio una che prevede anche la scorza, però la tua è sicuramentevpiù veloce. La proverô
    P.s. Anche mio marito fa la spesa come il tuo!

    RispondiElimina
  7. Credo che tutti i mariti facciano la spesa così....la tua marmellata deve essere buonissima, mi piace molto anche la ricetta delle scorze candite/caramellate...complimenti..a presto...

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono molto le marmellate, di ogni tipo! Con i limoni non l'ho mai provatae adesso mi incuriosisci quindi... mi segno la ricetta! Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  9. Evidentemente tuo marito compra all'ingrosso perché sa che, poi, tu utilizzi al meglio ciò che acquista in più. Due ricette squisite, Laura

    RispondiElimina
  10. La marmellata di agrumi in genere e quella di limoni in particolare è tra le mie preferite ^_^ appena trovo dei bei limoni non trattati torno a seguire la tua ricetta, baci
    Tiziana

    RispondiElimina